Viaggioleggero

less is more… more or less

Month: novembre, 2012

Quando perdi il lavoro

Alcune sere fa ho conosciuto il papà di un compagno di scuola di mio figlio. Una persona simpatica ed educata. Un po’ timida, forse, o almeno questa è stata la mia prima impressione. Solo dopo esserci salutati, ho saputo che quella persona aveva da poco perso il lavoro. Quella timidezza era, probabilmente, insicurezza, dovuta a una causa che io ben conosco. Perdere il lavoro, in questo periodo, è un’esperienza molto difficile. Non so se ha senso, ma mi verrebbe da dire che è più difficile che in altri momenti, se non altro perché ora è molto più complicato trovarne un altro, di lavoro.

ierioggidomani

Leggi il resto di questo articolo »

Becoming Minimalist: newsletter n. 9

Nuovi link ‘minimal’ in arrivo dal blog Becoming Minimalist. Stavolta anche l’editoriale di Joshua Becker è interessante, e lo riporto in apertura. Si parla del rapporto con se stessi, e di quanto questo influenzi la nostra vita.

Leggi il resto di questo articolo »

Una vita in vacanza

Quando ero più giovane viaggiavo di più. C’è stato un periodo, fra il 1992 e il 1998, che poi è il periodo in cui vivevo a Milano, che viaggiavo tanto. Ricordo avventurose vacanze estive in Irlanda, in Scozia, in Grecia, un bellissimo viaggio ‘on the road’ in Canada, e poi ‘weekend lunghi’ a Parigi o Londra, e anche viaggi di lavoro in Germania, in Olanda, ancora a Londra, ed estemporanee vacanze fuori stagione, come la prima volta che sono andato a New York. Era un periodo in cui, per quanto non mi mancassero i soldi, riuscivo a fare bei viaggi spendendo poco.

Leggi il resto di questo articolo »

Becoming Minimalist: newsletter n. 8

L’ho ricevuta già qualche giorno fa, ma a causa di altri impegni (leggi: procrastinazione) non ci avevo ancora messo mano. Ecco i nuovi link proposti dalla newsletter di Becoming Minimalist. L’editoriale, che salto a piè pari, parla dell’anniversario del libro di Joshua Becker, “Simplify”. Per l’occasione l’e-book viene messo in promozione su Amazon a 89 centesimi. Io l’ho letto, e ve lo consiglio. È interessante, e mette a fuoco in maniera lucida molte delle riflessioni che facciamo anche noi da queste parti.

Leggi il resto di questo articolo »

Ti piace questo blog? Spargi la voce :)