Viaggioleggero

less is more… more or less

Tag: storia

I nodi al pettine

Il weekend in arrivo mi vedrà affrontare una tappa molto delicata nel mio percorso di decluttering. È infatti arrivato il momento di prendere di petto quello che è un po’ il mio Everest: la cameretta di servizio, quella che anche fra i miei amici è conosciuto come lo stanzino degli orrori. Si tratta di una camera di circa due metri per tre, dove negli anni è stato accumulato un po’ di tutto. Leggi il resto di questo articolo »

Il mio tempo vale. Ma quanto vale il mio tempo?

Ultimamente mi è capitato più volte di riflettere sul valore del mio tempo. E facendolo, non mi è stato possibile non pensare al mio tempo passato e a quanto di questo tempo è stato, in un certo senso, sprecato, buttato via senza capirne il reale valore. Negli ultimi anni la mia vita è cambiata radicalmente.  Leggi il resto di questo articolo »

Sulla decrescita

Ho trovato questo articolo sulla decrescita felice, o serena che dir si voglia e sul suo leader Latouche. Il pezzo è molto critico, ancorché legato alla dicotomia sinistra-destra che suona molto anacronistica di fronte a temi così importanti come il futuro del pianeta Terra e della società degli uomini. Però contiene degli spunti interessanti, anche nei vari commenti che seguono l’articolo.

Contenuto e contenitore

Rischiavo di far passare questo weekend senza essere riuscito ad ottenere risultati sul fronte decluttering. Ho avuto parecchi impegni il sabato, e la domenica mattina è riservata al piccolo Luca e alla sua passione per lo skate. Arrivato alle 18.00 circa della domenica, mi sono detto che non potevo lasciar passare così il fine settimana. Dovevo sistemare qualcosa, mettere in ordine un cassetto, buttare un po’ di roba inutile, semplificare anche in maniera minima o marginale il mio ambiente. Leggi il resto di questo articolo »

Da dove vengo – pt 3

Nel 2000 feci la grande scommessa, dandomi la motivazione che si danno un po’ tutti: se devo pagare così tanto ogni mese per una casa non mia in affitto, allora tanto vale pagarli di mutuo, quei soldi, e comprarmi una casa tutta mia. E quindi mi accollai un signor mutuo ventennale che, a meno di miracoli o decisioni folli, allieterà la mia contabilità mensile ancora per parecchi anni a venire.  Leggi il resto di questo articolo »

Ti piace questo blog? Spargi la voce :)